Riscoprire le meraviglie della Sardegna a Costa Rei!

2-Costa-Rei-Scoglio-Peppino-Sardegna-Racconti-di-viaggioDopo 4 anni di tentativi falliti, e dopo 15 anni dall’ultima volta, torno finalmente in Sardegna. L’occasione è ricca: un week end lungo insieme a 4 amiche dai tempi delle scuole medie (non proprio ieri…), ospiti nel delizioso appartamento di una di loro a pochissimi passi dalla spiaggia e dalla vista straordinaria.

Andiamo a Costa Rei, a circa 70 km da Cagliari sulla costa sud orientale dell’isola e 20 km da Villasimius.

Il transfer da Cagliari è di già emozionante e mi riporta tantissimi ricordi… le colline tappezzate da macchia mediterranea mescolata a grandi e robuste piante di cactus, gli oleandri fioriti a separare le corsie della strada panoramica, il mare che compare e scompare, le costruzioni basse e semplici degli abitanti, che della semplicità hanno fatto il loro modus vivendi.

Sull’origine del nome esistono due teorie: la prima lo fa derivare della parola “re”, quindi “costa del re”; tale versione è avvalorata anche dalla limitrofa località di Cala Reina (ora Cala Regina) lungo la litoranea per Cagliari.

costa-rei-mare-sardegna-racconti-di-viaggioUna seconda ipotesi, la più veritiera, sostiene che il nome Costa Rei derivi dal fatto che a fine ottocento vi era una colonia penale nella vicina Castiadas dove i detenuti (rei, appunto) lavoravano alle bonifiche delle zone paludose (e malariche). A memoria resta la colonia penale più grande d’Italia, che può ricevere fino a 1000 detenuti. Ecco da dove deriva il nome Costa Rei: il litorale dove approdarono coloro che venivano considerati “rei” per i più svariati motivi.

Popolata per lo più nel periodo estivo è meta di numerosi turisti e rinomata per le sue spiagge chiarissime e a sabbia fine. La spiaggia è famosa anche per lo Scoglio di Peppino, in località Santa Giusta, un basso e largo scoglio, meta della nostra prima passeggiata mattutina dopo la colazione. Diversi paesaggi si alternano durante il percorso… tratti di spiaggia libera delimitata da cespugli e arbusti e a seguire spiagge di villaggi turistici attrezzatissime all’insegna dell’all inclusive, a volte leggermente caotiche e rumorose dove i bambini sono moltissimi, tutti qui a «ricostituirsi» dopo le fatiche scolastiche…

3-Costa-Rei-Scoglio-Peppino-Sardegna-Racconti-di-viaggioIn meno di mezz’ora dalla nostra spiaggia (quella del Residence Free Beach, tranquilla e molto spaziosa) raggiungiamo lo scoglio, dove il mare assume tonalità impensabili, la trasparenza è assoluta ed è lampante la motivazione per cui questo tratto di costa è inserito tra le 10 spiagge più belle del mondo. Da qui è addirittura possibile scorgere l’isola della Serpentara.

E’ il punto di confine tra i comuni di Castiadas e Muravera, uno scoglio di granito chiaro che richiama alla mente una tartaruga, uno dei luoghi più belli di tutta la costa orientale.

La sera la dedichiamo ai sapori di questa terra: una cena senza troppe limitazioni da «Sa cardiga e su pisci», dove i frutti del mare e la fregola fresca, le seadas e le pardule, accompagnati da un ottimo vermentino, ci danno un importante ricordo da portare a casa con noi.

costa-rei-sardegna-finestra-racconti-di-viaggioIl mattino successivo ci svegliamo nuovamente grazie all’alba che entra dalle nostre finestre e al profumo di caffè che la più abitudinaria di noi non può attendere a gustarsi; nonostante il residence sia già molto popolato il silenzio e la tranquillità sono costanti in ogni ora del giorno, è una vera oasi di pace per un relax totale e una riappacificazione con sè stessi dopo mesi di piccole o grandi battaglie.

Oggi la destinazione della nostra passeggiata è Piscina Rei (un lago salato), dal lato opposto dello Scoglio di Peppino, che si raggiunge con una decina di minuti di camminata in più… protetta da dune di sabbia e piccoli arbusti, Piscina Rei ci appare come un luogo incontaminato caratterizzato da uno stagno retrostante frequentato da aironi, folaghe e altri uccelli acquatici.

Restiamo ferme, in silenzio, per diversi minuti ad ammirare quello che abbiamo di fronte a noi… quando la natura si esprime così perfettamente le parole sono davvero superflue. Un folto gruppo di fenicotteri sta mangiando tranquillamente, immergendo la testa e il lungo collo nell’acqua melmosa ed emettendo il loro caratteristico verso, piuttosto cacofonico se confrontato alla loro eleganza e leggerezza!

3-Lago-salato-Costa-Rei-Sardegna-racconti-di-viaggioLa sera aperitivo in terrazza vista mare prima di uscire a cena… Tramonto, vermentino con frutta profumata, pecorino sardo stagionato e salamino… così piacevole che forse sarebbe stato il caso di saltare la cena e rimanere a godersi una atmosfera così rara.

Il giorno successivo, domenica, il mare è già più caldo (avevo dovuto utilizzare il sottomuta in neoprene per riuscire a fare un bel bagno con maschera e pinne verso i vari massi granitici sommersi che attirano diversi pesci… in particolare mi sono intrattenuta con una piccola bavosa, curiosa ma timorosa, che mi osservava dalla porta di ingresso della sua casa -un collo di bottiglia-), l’acqua è assolutamente perfetta e ce la godiamo entrando ed uscendo dall’acqua in continuazione; cerchiamo di prenderci tutto in dosi massicce (sole compreso, così che rientreremo leggermente scottate).

costa-rei-fenicotteri-sardegna-racconti-di-viaggioUn pranzo sulla spiaggia all'”Escargot» bevendo un ottimo Hugo, l’acquisto di qualche pensierino per chi è rimasto a casa, un ultimo bagno ed è l’ora di raggiungere l’aeroporto di Cagliari per rientrare.

Arriviamo a Parma alle 21 e ci mettiamo in strada per raggiungere la nostra città, ammirando il tramonto del solstizio d’estate… anche il nostro rientro è stato all’altezza di tutto il bellissimo week end!

Vuotando la valigia, il pensiero è uno solo: “non passeranno altri 15 anni prima di rivedere la Sardegna”…

“Chi chiama la Sardegna terra malvagia, o non la vide mai, o non vide oltre agli aridi sassi delle costiere della Nurra, di Figari, o di Tavolara.” (Antonio Bresciani)

Manuela Lamanu Manzotti

Uff. Stampa
Se questo articolo ti è piaciuto condividilo ...
potrebbe interessarti anche
Gen 5, 2018
Eccoci! Siamo ritornati e siamo pronti per un nuovo viaggio per conoscere un nuovo Paese dove passeremo un po’ di tempo lontani dal rigido inverno e fes ...
Mag 11, 2017
Accogliamo con piacere l’invito a promuovere questa interessante iniziativa che la nostra amica e Consigliera del Comune di Due Carrare Alice Carpanese ...
Ago 19, 2015
Alla Scoperta delle Isole Eolie Siamo nella propaggine meridionale del Tirreno, a nord della costa sicula e ad ovest di quella calabra: un arcipelago di ...

lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non vogliamo spam nel nostro blog. Il tuo commento verrà controllato dalla redazione.